Accedi Registrati

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha

  

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Morte a 666 giri di autori vari Libro

  • Autori: Vari
  • Titolo: Morte a 666 giri
  • Genere: Horror
  • Data di uscita: Novembre 2014
  • Editore: Dunwich Edizioni
  • Prezzo al pubblico: € 9,90
Morte a 666 giri è un'antologia di 18 racconti horror, scritti da autori ancora poco conosciuti ma decisamente promettenti, dove fenomeni paranormali terrificanti e misteriosi si fondono con la musica sia classica che moderna come il rock, imbrattando ogni nota dei colori del sangue e dell'oscurità più cupa.
Tra le storie che coinvolgeranno in maniera maggiore i lettori, troviamo quella redatta da Paolo Perlini intitolata Le Note di Alicia, che strizzando l'occhio a Il Gatto Nero di Edgar Allan Poe, narra la stramba ma affascinante vicenda di un'anziana insegnante di pianoforte, che vive con diversi gatti tanti quante sono le note musicali, e dal pelo bianco o scuro da abbinare ai tasti del suo amato strumento. La particolarità ulteriore di tutto ciò è che non avendo vita eterna, ogni tanto queste tenere creature devono essere sostituite, pena la rottura del delicato quanto originale equilibrio concepito mentalmente dall'attempata pianista. Ma come ben sappiamo, c'è sempre un elemento disturbante che scombina il tutto, qui rappresentato da un giovane ragazzo anch'egli appassionato di musica, che prenderà per mano i lettori fino a condurli ad un omicidio quasi perfetto.
Infine, un altro bel racconto è quello scritto da Davide Stocovaz denominato L'Ultima Sinfonia. In questa storia, protagonista lampante un vecchio disco di grammofono disseppellito da un giardino con impresse sopra le iniziali LCF, i lettori avranno modo di vivere un'esperienza altamente inquietante, trovandosi faccia a faccia con il "Male Assoluto". Difatti, i personaggi dell'ansiogena narrazione, Matteo, ex studente di musica, e Roberto, docente universitario di musica in pensione, ascoltando ininterrottamente quel disco, ogni notte incominciano ad avere orribili incubi di morte, e a scorgere tra le mura domestiche ombre sinistre e puzzolenti pronte a ghermirli. La sinfonia perciò non fa altro che perseguitarli, risvegliando una forza vendicativa e incontrollabile proveniente dagli inferi. Nessuno è al sicuro, ma se il coraggio porta uno dei due personaggi a sacrificarsi per il bene, questo stesso personaggio è destinato a trionfare a dispetto di tutto.
La lettura di Morte a 666 giri è quindi piacevole, sia per gli amanti della paura e di chi non riesce ad andare a letto la sera se non prova qualche brivido lungo la schiena, sia per coloro che non possono vivere senza la musica, di qualsiasi genere sia, che associata alle tematiche narrative atte a spaventare il lettore più sensibile, raggiunge una perfezione davvero superiore.

Voto:
  • 8/10

Vai all'inizio della pagina
Real time web analytics, Heat map tracking