Accedi Registrati

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha

  

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

 NCN9 2014 Flyer

Un intero anno è passato, ma sembrano trascorsi soltanto pochi giorni dallo scorso Nocturnal. Molto è cambiato nell'organizzazione e tante più persone si recano al festival già all'apertura il primo giorno. Palchi revisionati e ingranditi, soprattutto il piccolo sfoggia un'architettura più professionale, con una bella fila di casse e woofer che fanno “sentire” meno la differenza con il “fratello” grande, anche esso rinnovato e acusticamente ampliato. Un'altra novità è la presenza di un quarto palco, in aggiunta al Kulturbühne, all'interno del villaggio medievale dove artisti di varia natura si esibiscono nel corso della tre-giorni di concerti. Si sono moltiplicati anche gli stand di abbigliamento ed accessori e all'interno dell'anfiteatro troviamo una nuova disposizione, sicuramente più comoda, vivibile e spaziosa, dei banchetti del merchandising e dei dischi. Non mancano certo i chiostri della birra e dei drink, aumentati anche essi, insieme con diverse tipologie di pit-stop culinari: dal classico medievale, al kebab, al messicano. Quest’anno subito all’ingresso il ristoro dell’Assenzio dà il benvenuto a tutti i partecipanti!

Tanti live in programma, tanta musica fino a tarda notte, molte nuove scoperte e molte “ri-conferme”: il viaggio nelle “viscere“ del Nocturnal Culture Night 9 sta iniziando, qui, ora! Non perdiamo altro tempo la scaletta è ricca e lunga, i piaceri vicini!

Questa recensione seguirà l'ordine cronologico dei concerti nel programma ufficiale, alternati sui vari palchi, partendo dal primo gruppo di ogni giornata. La descrizione alle varie band avrà un aspetto più schematico e, ci auguriamo, di più facile ed agile comprensione, anche a prima vista. E’ una raccolta di impressioni vissute e “scritte” sul momento e auspichiamo trasmettano anche a voi la stessa carica emotiva ed energia che hanno dato a noi e che tutt'ora regalano una sempre rinnovata passione verso questi generi!

LANDVOGT (5.09 - Kleine Bühne)

dal Liechtstein - anno formazione: 1998 - genere: Wave - Rock / Alternative

Gruppo sicuramente valido. Ottima la voce del cantante, forse un po' statico sul palco e fa perdere di mordente alla band che si riscatta, però, con una buona esecuzione complessiva, nonostante i pezzi risultino molto simili fra loro.

MUNDTOT (5.09 - Große Bühne)

dalla Germania - anno formazione: 2009 - genere: Indie / Alternative / Rock

Un altro gruppo valido nell'esecuzione. Spicca la voce pulita del cantante e la resa accattivante di chitarra e batteria. Le intro ai brani hanno un “retrogusto oscuro” e nel repertorio proposto non mancano i pezzi lenti.

BINARY PARK (5.09 - Kleine Bühne)

dalla Germania / Gran Bretagna - anno formazione: 2011 - genere: Electro / Industrial/ EBM / Tech Rock / Industrial Rock

Nella formazione presente a questa edizione del Nocturnal manca la voce e la resa complessiva del concerto assomiglia più ad un live set. Non manca certo il mordente, accresciuto da ricchi bassi nel sound che risulta gradevole all'ascolto, ma forse un po' statico poichè le singole tracce sono abbastanza lunghe e non variano molto nel corso dell'esecuzione. Ciò nonostante questo ambient ritmato proposto dai Binary Park ha un suono complessivamente ricercato, ben elaborato e costruito, con evidenti influenze dalla tecno trance. Molto apprezzabile la cover di “Das Wodka Chaos” dei Pankow.

PATENBRIGADE: WOLFF (5.09 - Große Bühne)

dalla Germania - anno formazione: 1998 - genere: Electro / Ambient / Chill Out

Impossibile non restare “ingabbiati” sotto il palco dai Patenbrigade Wolff! La loro buffa presenza scenica, nonché la scenografia, in stile “baustelle” e il sound simpatico che propongono li rendono una band molto seguita ed acclamata in Germania. Scambiando qualche parola con un paio di ragazzi fra il pubblico scopriamo che il genere da loro proposto è molto tradizionale e ben rappresenta ciò che significa musica popolare tedesca ascoltata da molti.

IN SLAUGHTER NATIVES (5.09 - Kultur Bühne)

dalla Svezia - anno formazione: 1985 - genere: Synphonic Electro Industrial

Sicuramente fra i pionieri nel loro genere mescolano sonorità industrial con electro e martial, senza far mancare quel tocco di “sacro e profano” che rende il tutto un po' demoniaco e oscuro. Peccato per l'acustica del palco di piccole dimensioni che rende il sound ovattato e la voce poco definita. Gli anni dei singoli componenti si fanno sentire e la resa sul palco risulta statica, ma il pubblico non manca!

NACHTMAHR (5.09 - Kleine Bühne)

dall'Austria - anno formazione: 2007 - genere: Industrial / Techno

Thomas Rainer ha deciso che questo suo live deve essere a “tinte forti” un intro marziale e trionfante apre il sipario ad uno show molto coinvolgente (ma non molto entusiasmante, secondo noi) costantemente ricaricato dalla scattante ed espressiva presenza scenica di Rainer e arricchito dalle, sicuramente, statiche coreografie di due “ballerine” in uniforme, che animano i diversi pezzi con bandiere, bazooka ad acqua e sguardi inquietanti. Molto il pubblico bello carico ed entusiasta.

WELLE:ERDBALL (5.09 - Große Bühne)

dalla Germania - anno formazione: 1990 - genere: Beat Pop / Synth Pop / Electronic / Minimal Electro

Il concerto si apre con una cover di “Die Roboter” dei Kraftwerk e con i componenti che indossano una maschera robot “double face” e simulano i “roboter” nei movimenti. Impossibile non rimanere affascinati dalla ricca e creativa scenografia che accompagna e caratterizza ogni live dei Welle:Erdball: tutte le canzoni hanno sfondi diversi e persino le due cantanti indossano abiti diversi ad ogni brano rendendo quasi “viva” ogni singola parola dei loro testi. Il pubblico, tantissimo, sembra impazzire ad ogni nota di più e non si lascia sfuggire l'opportunità di giocare con grossi palloncini che vengono lanciati loro dal palco. Non manca nemmeno un grande bidone suonato da Hannes “Honey” e pedane rotanti dove Fräulein Venus e Lady Lila simulano due ballerine del carion danzanti a ritmo di musica. Poco altro da aggiungere: live coinvolgente ed entusiasmante sotto tutti gli aspetti, da non perdere assolutamente!

JÄNNERWEIN (5.09 - Kulturbühne)

dall'Austria - anno formazione: 2004 - genere: Neofolk

Gruppo valido con un buon seguito di pubblico. Da non sottovalutare!

THE KLINK (5.09 - Kleine Bühne)

dal Belgio - anno formazione: 1982 - genere: EBM / Industrial

Molto il pubblico carico ad attendere i The Klink, un gruppo storico con il loro sound “vecchia scuola”. Nonostante lo sforzo creativo (i componenti indossano maschere) a noi il live è risultato un po' piatto e non molto entusiasmante, ma, fortuna per loro, non la pensano tutti allo stesso modo!

LAIBACH (5.09 - Große Bühne)

dalla Slovenia - anno formazione: 1980 - genere: Degenerate Pop Music / Industrial

Il concerto inizia con due brani molto tenebrosi che ben fanno calare nell’atmosfera quasi ipnotica di tutta la performance, enfatizzata anche da un bel gioco di luci. Il pubblico è indubbiamente in delirio, balla e canta ogni pezzo. Nel complesso lo show è vario e non piatto, con alternanza di brani veloci e lenti. La voce femminile è coinvolgente, incisiva e graffiante, mentre la maschile profonda e cupa. Due personalità artistiche che si adattano al meglio, anche nell'aspetto, a personificare ogni nota e parola delle loro canzoni.

SIEBEN (5.09 - Kulturbühne)

dall'Inghilterra - anno formazione: 1999 - genere: Neo - Classical

Il giusto sound leggero e soave, con percussioni in base, per terminare la giornata! La voce di Matt Howden è sublime e rilassante quasi estatica, come nella presenza scenica. La sonorità è arricchita e personalizzata dal violino: particolare, diverso, creativo, sicuramente un talento. Il pubblico è numeroso nonostante l'ora tarda, attento e coinvolto: come non esserlo!

CAIN (6.09 - Große Bühne)

dalla Germania - anno formazione: 2000 - genere: Gothic Rock

Un gothic rock “allegro” per iniziare bene la lunga giornata di musica! La voce femminile è espressiva e la maschile adatta al genere proposto; nel sound complessivo prevale la chitarra e la batteria; contributo vocale anche del tastierista. In generale una buona band con bravi musicisti. Alcuni pezzi sono caratterizzati da un retro sound medieval.

AMNISTIA (6.09 - Kleine Bühne)

dalla Germania - anno formazione: 2003 - genere: Body Wave EBM

Ecco la sveglia del giorno! Il growl di Tino Claus caratterizza il genere proposto e, soprattutto, non sta fermo un momento! Da sottolineare il suono ricercato negli arrangiamenti con le macchine. Alcune tracce presentano sonorità “old school” EBM. Per noi il live non ha molta “verve”, un po’ statico dal punto di vista sonoro.

MONICA JEFFRIES (6.09 - Große Bühne)

dalla Germania - anno formazione: 2012 - genere: Dark Wave / Romantic Gothic / Synth Pop

Un Synth Pop “easy” molto orecchiabile e melodico: la voce di Monica Jeffries è molto bella e rilassante. Nella formazione dal vivo anche un tastierista.

LEGEND (6.09 - Kleine Bühne)

dall’Islanda - anno formazione: 2011 - genere: Industrial / Electronic / Synth Pop / Rock

Un live sicuramente vario nei generi proposti, aggressivo, coinvolgente e melodico, con una voce intensa ed espressiva. Il sound è molto oscuro e freddo, “nordico” come la provenienza dei musicisti! Il pubblico è molto attento ed interessato a questa nuova scoperta.

SCHÖNGEIST (6.09 - Große Bühne)

dalla Germania - anno formazione: 2008 - genere: Rock / Gothic / Industrial / Pop

Gothic Rock molto melodico con violino. Il cantante non è molto coinvolgente sul palco, ma il pubblico è comunque attento ed interessato.

TRAUM LEBEN (6.09 - Kulturbühne)

dalla Germania - anno formazione: 2007 - genere: Dark Folk / Gothic / Neo Folk

Sound marziale e profondo con voce maschile e femminile e qualche base. Musicalmente bravi.

SEELENNACHT (6.09 - Kleine Bühne)

dalla Germania - anno formazione: 2008 - genere: Romantic Future Pop / Dark Electro Pop / Sensual Electronic Music

Bel ritmo vivace e melodico; buona anche la resa vocale, profonda, anche se il cantante risulta ancora un po’ “acerbo” sul palco. Discreto anche il seguito del pubblico.

THIS MORNOMINA (6.09 - Große Bühne)

dal Belgio - anno formazione: 1996 - genere: Industrial / Ambient / Tribal

Un Tribal Industrial molto coinvolgente e oscuro; i suoni sono ricercati e anche il pubblico apprezza. Il tutto è arricchito da performance tribali dei componenti e come non restare affascinati dal loro sound quando a metà concerto un fortissimo tuono e una folata di vento improvviso sembrano accompagnare lo show, quasi fosse una danza della pioggia, che poco dopo la fine, per qualche minuto ha letteralmente inondato il Kultur Park di Deutzen!

DER BLAUE RETEIR (6.09 - Kulturbühne)

dalla Spagna - anno formazione: 2006 - genere: Neo Classical / Martial Industrial

Martial piu soft, comunque oscuro; voce che, secondo noi, non rende bene il genere della band. Discreto il seguito partecipante.

PRAGER HANDGRIFF (6.09 - Kleine Bühne)

dalla Germania - anno formazione: 2011 - genere: EBM

Un po’ di “vecchia e sana” EBM sotto la pioggia con il sole che fa capolino dalle nuvole! Live molto coinvolgente anche grazie alla bravura del cantante sul palco.

HENKE (6.09 - Große Bühne)

dalla Germania - anno formazione: 2011 - genere: Dark Alternative

Dark Wave ben eseguita con la voce molto idonea e adatta al sound e che interpreta il contenuto dei testi. Frontman coinvolgente e attivo sul palco. Tanto il pubblico nostrano molto partecipe che balla e canta.

THE DEVIL AND THE UNIVERSE ( 6.09 - Kulturbühne)

dall’Austria - anno formazione: 2013 - genere: Ritual Ghost Wave / Dark Ambient

Musica dall’oscurità…

LACRIMAS PROFUNDERE (6.09 - Kleine Bühne)

dalla Germania - anno formazione: 1993 - genere: Gothic Rock Metal

L’intro al concerto è molto tenebroso, come quello ad ogni pezzo, ma nel giro di poche battute il sound diventa decisamente più Rock Metal, con una predominanza della chitarra. Buona anche la presenza scenica e notevole la presenza del pubblico sotto il palco.

18 SUMMERS (6.09 - Große Bühne)

dalla Germania - anno formazione: 2002 - genere: Dark Wave / Gothic

Secondo noi un Electro Dark Ambient cantato, leggero con voce “angelica” e “sospirante”. Il chitarrista è anche corista e il pubblico molto affiatato.

ROME (6.09 - Kulturbühne)

dal Luxemburgo - anno formazione: 2005 - genere: Experimental Industrial Folk / Chanson - Noir

Sound rilassante da ascoltare lasciandosi trasportare dalle note, voce piena ed espressiva. Il pubblico non manca e gradisce.

KLANGSTABIL (6.09 - Kleine Bühne)

dalla Germania - anno formazione: 1994 - genere: Electro Industrial Sperimentale / Klang Pop

Un gruppo popolare in Germania e il notevole seguito acclamante, anche nelle “retrovie”, lo conferma. Un Electro Industrial cantato ed elaborato.

PETER HEPPNER (6.09 - Große Bühne)

dalla Germania - anno formazione: 1993 - genere: Dark Synth Pop

Sonorità tranquilla da ascolto e vivace; molta bella la voce di Peter Heppner e gradevoli anche i giochi di luce che rendono l'atmosfera ancora più gioiosa anche grazie al contributo del tantissimo pubblico, che affolla l'anfiteatro, a cui piace divertirsi e rilassarsi con la musica.

ATARAXIA (6.09 - Kulturbühne)

dall'Italia - anno formazione: 1982 - genere: Neo Folk / Dark Wave

Quel tocco medievale che dopo 13 ore di concerti e nonostante l'ora tarda e la stanchezza nelle gambe e delle orecchie riesce magicamente a destare e far sparire ogni velo di spossatezza. Poco altro da aggiungere: solo l'ascolto può rendere la giusta paga agli Ataraxia!

MOON.74 (7.09 - Große Bühne)

dalla Germania - anno formazione: 2010 - genere: Alternative Rock Pop Electro

Nonostante suonino per primi la domenica mattina sono diverse le persone presenti sotto il palco che sembrano gradire, come noi dopotutto! Il sound del gruppo è carino, allegro, ben ritmato e amalgamato bene con la bella voce di Dominic Hein. Una band niente male e indubbiamente una piacevole scoperta!

DONOTDREAM (7.09 - Kleine Bühne)

dalla Germania - anno formazione: 2001 - genere: Metal / Folk Metal

Suono ritmato ed orecchiabile: Metal addolcito dalla voce femminile. La base di alcuni brani è decisamente folk e a giudicare dagli spettatori si direbbe che rappresentano una band folkloristica tedesca.

THE SAINT PAUL (7.09 - Große Bhne)

dalla Germania - anno formazione: 2010 - genere: Electro / Future Pop

Un'altra bella scoperta con The Saint Paul: sound ritmato, potente e sicuramente coinvolgente. Il pubblico sembra gradire molto e piano, piano si avvicina alle transenne sempre più carico. Il cantante Paul Kuhs potrebbe crescere ancora vocalmente, ma la sua frenesia sul palco rende il live molto piacevole e trascinante.

STILL PATIENT? (7.09 - Kleine Bühne)

dalla Germania - anno formazione: 1988 - genere: Gothic Rock / Dark Rock

Un Gothic Rock classico, “vecchio stile”, molto coinvolgente caratterizzato da una bella voce del cantante che ben esprime l’atmosfera cupa che rende la sonorità generale del gruppo decisamente “dark”. Perfettamente adatta anche la presenza scenica dei singoli musicisti.

IN MITRA MEDUSA INRI (7.09 - Große Bühne)

dalla Germania - anno formazione: 1992 - genere: Gothic / Dark Wave

Per noi un Gothic Electro ben costruito, con una voce piena, espressiva e potente, adatta ad esprimere il contenuto malinconico dei testi.

CHROM (7.09 - Kleine Bühne)

dalla Germania - anno formazione: 2007 - genere: Electronic Future Pop / Synth Pop / EBM

Un live espressivo e coinvolgente, da ascoltare dall'intro, molto trascinante, alla fine. Veramente bella la voce di Chris: indubbiamente un concerto meno scontato che su disco. Anche il pubblico li conosce bene e li apprezza molto perché è già accalcato sotto il palco da parecchio tempo prima l'inizio e durante la performance le danze si scatenano ampiamente. Dalla speaker del festival il loro genere viene definito “tanz elektronische musik”.

OST+FRONT (7.09 - Große Bühne)

dalla Germania - anno formazione: 2008 - genere: Gothic / Industrial Metal

Un gruppo senz'altro valido per chi apprezza questo genere. Un sound aggressivo, prepotente e cattivo arricchito da un'accattivante presenza scenica. La voce è idonea e rispecchia al meglio l'aggressività del live, nei testi non mancano le critiche alla società, le basi e i cori sono decisamente gothic. Il pubblico è numerosissimo e molto carico e partecipe. Non male!

SPIRAL 69 (7.09 - Kulturbühne)

dall'Italia - anno formazione: 2007 - genere: New Wave / Rock / Folk / Pop

Un concerto molto vario nei generi proposti caratterizzato dalla voce espressiva, da un sound pacato e sonorità ricercate, anche folk.

SYNTEC (7.09 - Kleine Bühne)

dalla Germania - anno formazione: 1992 - genere: EBM / Synth Pop

Molto attenti alla presenza scenica, indossano vestiti eleganti. Un Future Pop “easy” caratterizzato da un sound lento e in alcuni brani più movimentato.

JOACHIM WITT (7.09 - Große Bühne)

dalla Germania - anno formazione: 1980 - genere: German Synth Pop

Un altro esempio di musica popolare tedesca, ritmata e allegra. Witt è indubbiamente molto acclamato e conosciuto dal pubblico e il seguito è numerosissimo, tanto da riempire l'anfiteatro già dal pomeriggio.

TRIARII (7.09 - Kulturbühne)

dalla Germania - anno formazione: 2005 - genere: Martial Industrial

L'armata che giunge dalle tenebre…

Martial oscurissimo con influenze neoclassiche.

GRENDEL (7.09 - Kleine Bühne)

dall'Olanda - anno formazione: 1997 - genere: Harsh EBM / Industrial

Nonostante la pioggia sono tanti gli ombrelli aperti sotto il palco e l'affluenza non cessa anche dopo l'inizio del live. Poco da dire: Grendel è una garanzia e le parole non servono. Ascoltatelo!

APOPTYGMA BERZERK (7.09 - Große Bühne)

dalla Norvegia - anno formazione: 1989 - genere: Electro Pop / Synth Pop

Concerto, per noi e per i tantissimi che affollano l'anfiteatro, molto coinvolgente e seguito senza noia dall'inizio alla fine. Il pubblico è enorme, caldissimo ed euforico. Molta varietà nei brani proposti: dai più lenti, ai più veloci, ritmati e potenti. Ogni giorno che passa fa accrescere e rinforzare le emozioni provate quella notte sotto il Grosse Buhne del Kultur Park di Deutzen e i ricordi di quelle due ore intensissime di musica e divertimento non fanno che accrescere l'amore e la passione per la musica, per i generi più alternativi, per l'atmosfera più “oscura”, per le persone che vengono a questo festival con la priorità e, noi crediamo, necessità di ascoltare e vivere buona e bella musica; con l'intento di divertirsi e ricaricarsi, come abbiamo fatto noi quest’anno per la terza volta consecutiva!

Recarsi al Nocturnal Culture Night è sempre un'emozione diversa, un momento di relax e spensieratezza, una grande opportunità per ascoltare molte band con tutta la tranquillità e comodità che offre il Kultur Park, immerso nel verde e nella pacatezza delle campagne del Sachsen.

 

Photo Live Report - DAY 1

Binary Park
Binary Park
Binary Park
Binary Park
In Slaughter Na...
In Slaughter Natives
In Slaughter Na...
In Slaughter Natives
Jännerwein
Jännerwein
Jännerwein
Jännerwein
Jännerwein
Jännerwein
Laibach
Laibach
Laibach
Laibach
Laibach
Laibach
Laibach
Laibach
Laibach
Laibach
Laibach
Laibach
Landvogt
Landvogt
Landvogt
Landvogt
Landvogt
Landvogt
Landvogt
Landvogt
Landvogt
Landvogt
Landvogt
Landvogt
Mundtot
Mundtot
Mundtot
Mundtot
Mundtot
Mundtot
Mundtot
Mundtot
Mundtot
Mundtot
Nachtmahr
Nachtmahr
Nachtmahr
Nachtmahr
Nachtmahr
Nachtmahr
Nachtmahr
Nachtmahr
Patenbrigade: W...
Patenbrigade: Wolff
Patenbrigade: W...
Patenbrigade: Wolff
Patenbrigade: W...
Patenbrigade: Wolff
Patenbrigade: W...
Patenbrigade: Wolff
Patenbrigade: W...
Patenbrigade: Wolff
Patenbrigade: W...
Patenbrigade: Wolff
Patenbrigade: W...
Patenbrigade: Wolff
Sieben
Sieben
Sieben
Sieben
Sieben
Sieben
The Klinik
The Klinik
The Klinik
The Klinik
The Klinik
The Klinik
The Klinik
The Klinik
Welle:Erdball
Welle:Erdball
Welle:Erdball
Welle:Erdball
Welle:Erdball
Welle:Erdball
Welle:Erdball
Welle:Erdball
Welle:Erdball
Welle:Erdball
Welle:Erdball
Welle:Erdball
Welle:Erdball
Welle:Erdball
Welle:Erdball
Welle:Erdball
Welle:Erdball
Welle:Erdball
Welle:Erdball
Welle:Erdball

Photo Live Report - DAY 2

Amnistia
Amnistia
Amnistia
Amnistia
Amnistia
Amnistia
Amnistia
Amnistia
Amnistia
Amnistia
Ataraxia
Ataraxia
Ataraxia
Ataraxia
Ataraxia
Ataraxia
Ataraxia
Ataraxia
Ataraxia
Ataraxia
Ataraxia
Ataraxia
Ataraxia
Ataraxia
Ataraxia
Ataraxia
Ataraxia
Ataraxia
Ataraxia
Ataraxia
Der Blaue Reite...
Der Blaue Reiter
Der Blaue Reite...
Der Blaue Reiter
Der Blaue Reite...
Der Blaue Reiter
Der Blaue Reite...
Der Blaue Reiter
Der Blaue Reite...
Der Blaue Reiter
Cain
Cain
Cain
Cain
Cain
Cain
Cain
Cain
Cain
Cain
Cain
Cain
Henke
Henke
Henke
Henke
Henke
Henke
Henke
Henke
Henke
Henke
Klangstabil
Klangstabil
Klangstabil
Klangstabil
Lacrimas Profun...
Lacrimas Profundere
Lacrimas Profun...
Lacrimas Profundere
Lacrimas Profun...
Lacrimas Profundere
Lacrimas Profun...
Lacrimas Profundere
Legend
Legend
Legend
Legend
Legend
Legend
Legend
Legend
Legend
Legend
Legend
Legend
Legend
Legend
Monica Jeffries
Monica Jeffries
Monica Jeffries
Monica Jeffries
Monica Jeffries
Monica Jeffries
Pager Handgriff
Pager Handgriff
Pager Handgriff
Pager Handgriff
Peter Hepner
Peter Hepner
Peter Hepner
Peter Hepner
Peter Hepner
Peter Hepner
Peter Hepner
Peter Hepner
Peter Hepner
Peter Hepner
Rome
Rome
Seelennacht
Seelennacht
Seelennacht
Seelennacht
Seelennacht
Seelennacht
Seelennacht
Seelennacht
Shongeist
Shongeist
Shongeist
Shongeist
Shongeist
Shongeist
Shongeist
Shongeist
Shongeist
Shongeist
Shongeist
Shongeist
18 Summers
18 Summers
18 Summers
18 Summers
18 Summers
18 Summers
18 Summers
18 Summers
The Devil & The...
The Devil & The Universe
The Devil & The...
The Devil & The Universe
The Devil & The...
The Devil & The Universe
The Devil & The...
The Devil & The Universe
The Devil & The...
The Devil & The Universe
The Devil & The...
The Devil & The Universe
The Devil & The...
The Devil & The Universe
This Morn Omina
This Morn Omina
This Morn Omina
This Morn Omina
This Morn Omina
This Morn Omina
This Morn Omina
This Morn Omina
This Morn Omina
This Morn Omina
This Morn Omina
This Morn Omina
This Morn Omina
This Morn Omina
This Morn Omina
This Morn Omina
Traum Leben
Traum Leben
Traum Leben
Traum Leben
Traum Leben
Traum Leben
Traum Leben
Traum Leben
Traum Leben
Traum Leben

Photo Live Report - DAY 3

Apoptygma Berze...
Apoptygma Berzerk
Apoptygma Berze...
Apoptygma Berzerk
Apoptygma Berze...
Apoptygma Berzerk
Apoptygma Berze...
Apoptygma Berzerk
Apoptygma Berze...
Apoptygma Berzerk
Apoptygma Berze...
Apoptygma Berzerk
Apoptygma Berze...
Apoptygma Berzerk
Apoptygma Berze...
Apoptygma Berzerk
Apoptygma Berze...
Apoptygma Berzerk
Apoptygma Berze...
Apoptygma Berzerk
Apoptygma Berze...
Apoptygma Berzerk
Apoptygma Berze...
Apoptygma Berzerk
Apoptygma Berze...
Apoptygma Berzerk
Chrom
Chrom
Chrom
Chrom
Chrom
Chrom
Chrom
Chrom
Chrom
Chrom
Do Not Dream
Do Not Dream
Do Not Dream
Do Not Dream
Do Not Dream
Do Not Dream
Do Not Dream
Do Not Dream
Do Not Dream
Do Not Dream
Do Not Dream
Do Not Dream
Do Not Dream
Do Not Dream
Do Not Dream
Do Not Dream
Do Not Dream
Do Not Dream
Grendel
Grendel
Grendel
Grendel
Grendel
Grendel
Grendel
Grendel
Grendel
Grendel
Grendel
Grendel
In Mitra Medusa...
In Mitra Medusa Inri
In Mitra Medusa...
In Mitra Medusa Inri
In Mitra Medusa...
In Mitra Medusa Inri
In Mitra Medusa...
In Mitra Medusa Inri
Joachim Witt
Joachim Witt
Joachim Witt
Joachim Witt
Joachim Witt
Joachim Witt
Joachim Witt
Joachim Witt
Joachim Witt
Joachim Witt
Joachim Witt
Joachim Witt
Moon 74
Moon 74
Moon 74
Moon 74
Ost+Front
Ost+Front
Ost+Front
Ost+Front
Ost+Front
Ost+Front
Ost+Front
Ost+Front
Ost+Front
Ost+Front
Ost+Front
Ost+Front
Spiral 69
Spiral 69
Spiral 69
Spiral 69
Spiral 69
Spiral 69
Spiral 69
Spiral 69
Still Patient
Still Patient
Still Patient
Still Patient
Still Patient
Still Patient
Still Patient
Still Patient
Still Patient
Still Patient
Syntec
Syntec
Syntec
Syntec
The Saint Paul
The Saint Paul
The Saint Paul
The Saint Paul
The Saint Paul
The Saint Paul
Triarii
Triarii
Triarii
Triarii
Triarii
Triarii

 

Vai all'inizio della pagina
Real time web analytics, Heat map tracking