Accedi Registrati

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha

  

Bram Stocker's Dracula di Coppola

Horror, Dramatic |
Rating:
7/10
7

Movie Info

Movie Story

Il più famoso e affascinante essere soprannaturale di tutti i tempi, nato dalla mente geniale di Bram Stoker nell’ormai lontano 1897, diventa reale nell’eccellente film di Coppola intitolato, appunto, Bram Stocker’s Dracula, uscito nel 1992. Il film ,che ha subito dei cambiamenti rispetto al romanzo ( che, magari, analizzeremo in qualche altro post) , fonde insieme elementi horror ed elementi erotici creando un’imponente figura di Dracula, che non può non affascinare lo spettatore.

 

Share:

Reviews ( 1 )

7/10

Selene

1 Month ago

Il film inizia, diversamente dal romanzo, nel 1453, e ci presenta un aitante principe rumeno ( Dracula interpretato magistralmente da un invidiatissimo Gary Oldman: quanto avrei voluto interpretare io questo personaggio!!!) in partenza per la guerra, che saluta amorevolmente la sua donna. La guerra, resa con un suggestivo effetto usando ombre cinesi, è sanguinaria e ci mostra la caratteristica del reale e storico principe Vlad ( L’impalatore) che esce vittorioso dalla battaglia. La felicità ha poca durata: a causa di un tiro mancino degli avversari, l’amata si uccide, facendo precipitare nel dolore Dracula che, rinnegando Dio, si condanna all’esistenza di non morto.

Da questo punto in poi si sviluppa la vicenda nell’Inghilterra vittoriana e si entra in contatto con i personaggi celebri del romanzo: Lucy, Mina, Jonathan, Van Helsing.

Jonathan Harker (un giovanissimo Keanu Reeves) lascia la sua amata Mina (Winona Ryder) per recarsi in un castello sperduto tra le montagne della Transilvania, per vendere delle proprietà a un ricco conte.

L’arrivo al castello è strano, avvengono inspiegabili fenomeni che lasciano Jonathan sorpreso e spaventato.



L’incontro con il conte è memorabile. L’entrata in scena di Dracula, anticipato dalla sua ombra rimane, a mio avviso, una delle più belle scene del film. L’imponente figura di Dracula si presenta in tutto il suo splendore aristocratico.

Da questo incontro scatterà l’azione: Dracula riconoscerà nella foto di Mina ( presto sposa di Jonathan), la reincarnazione della sua amata morta suicida.

Imprigionato l’ospite, Dracula si attiva per arrivare a Londra a conquistare di nuovo il suo amore perduto ma mai morto ( da qui love never dies, frase lancio del film).

L’incontro con Mina non avviene subito. Prima è il turno di Lucy (Sadie Frost) che viene vampirizzata e portata alla morte. Da questo avvenimento si attivano le forze del bene in primis Van Helsing

(Anthony Hopkins) che capisce subito l’influsso delle forze maligne di Dracula e si attiva per sconfiggerlo. Prima pero bisogna dare pace alla povera Lucy che si risveglia dalla tomba in cerca di sangue.

Intanto Mina, in attesa del ritorno del suo amato Jonathan, conosce e si innamora del Conte che grazie ai suoi poteri è ringiovanito e si presenta come un perfetto Dandy vittoriano.

Con il ritorno di Jonathan in Inghilterra parte la caccia contro Dracula, capeggiata da Van Helsing, che porterà al lieto fine per tutti. Non ho voluto dilungarmi a parlare dettagliatamente della trama del film, ma vorrei almeno citare quelle che, secondo me, sono le scene più belle. La scena di sesso tra Jonathan e le tre vampire ( una delle quali interpretata da Monica Bellucci): fusione erotismo, malvagità e sangue. Il risveglio dalla tomba di Lucy con il meraviglioso vestito bianco ( di Eiko Ishioka che per i bellissimi vestiti del film vinse anche un Oscar) risulta essere una scena allo stesso tempo affascinante e raccapricciante.

L’incontro Tra Mina e il Conte nella la Londra vittoriana, presentata con tecniche di ripresa d’epoca.
La scena dell’assenzio, in cui Mina ricorda la sua vita precedente al fianco del Conte.
L’incontro notturno tra Mina e Dracula, tripudio di amore romantico.

Dracula di Coppola rimane uno dei film sul conte vampiro, a mio avviso più riusciti. L’introduzione nella storia di questo amore, tra Dracula e Mina, rende la figura del Conte assetato di sangue più completa e più umana. La ricostruzione della Londra vittoriana affascinerà, sicuramente, qualsiasi animo gotico esistente sulla terra, e i meravigliosi vestiti e le scenografie incanteranno qualsiasi occhio decadente.

Un classico dell'horror d'autore.

Vai all'inizio della pagina
Real time web analytics, Heat map tracking